lunedì 11 gennaio 2010

Caro Dio, Jamie Stewart non sta bene..

.. ma questo lo sapevamo già! :)

XIU XIU - Dear God, I Hate Myself


Prosegue la svolta pop degli Xiu Xiu (cominciata con 'The Air Force' e 'Women As Lovers) sebbene il palindromo 'pop' è comunque da riferirsi a Stewart, ergo non aspettiamoci canzoncine da airplay radiofonico. Ad ogni modo in questo nuovo album troviamo l'affinamento di quella sorta di lo-fi techno tanto cara al nostro Jamie, anche perché composto interamente con un synth Korg per Nintendo DS (!!!). Dunque il sound complessivo risulta suonare un pò come un'affollata sala giochi degli anni '80 (quando spopolava 'Donkey Kong', tanto per capirci) e dove Stewart si aggira minaccioso, più sociopatico che autistico, fra orde di ignari ragazzini. A mio modo di vedere comunque un ulteriore passo indietro rispetto ai pilastri della sua discografia, sebbene la presenza alcuni piccoli gioiellini ne amplifichi la valutazione complessiva, a cominciare da 'Hyunhye's Theme' classica ballad elettro(nico)-acustica schizoide alla Stewart, passando per la bellissima title track (che suona molto Depeche Mode, magari però regrediti in fase pre-adolescenziale), l'improbabile 'Cumberland Gap' (una filastrocca tipo il nostro 'Giro-girotondo' in voga tra i bambini dei Monti Appalachi), per finire con 'This Too shall Pass Away' (tributo a tale Freddy, che a naso direi riferirsi più a Kruger che a Mercury, ma ho smesso da tempo di tentare di capire il significato dei suoi testi ultra ermetico-metaforici). Insomma comunque un disco di rilievo, seppur non il suo megliore. Voto: 8.


P.S.: Invece tornando un pò a ritroso nel tempo, mi accorgo che il mio disco preferito del 2007 era di Vic Chesnutt, nel 2008 degli Shearwater e nel 2009 ancora Vic Chesnutt. Lo dico perchè col 2010 si rischia di brutto una 'rima baciata'. Intanto favorite qui, magari se avete 5 minuti ripassate pure qui, perchè credo che di questo disco sentiremo parlare a lungo (su questo blog, sicuramente!!! :D)

2 commenti:

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

pop in effetti non credo sia esattamente il termine giusto :D

l'ho ascoltato solo una volta, quindi sospendo ogni giudizio definitivo
però c'ho trovato dentro delle cose che sembrano interessanti, sarà che a me il suono da sala giochi 80s piace non poco!

il disco degli shearwater vedrò di ascoltarlo a breve..

birdantony ha detto...

hai proprio ragione marco! è che rispetto a dischi come 'fabulous muscles', 'fag patrol' o 'knife play', questo suona relativamente molto pop :) diciamo che la parola l'ho usata più come termine di paragone che per l'accezione in se ;)