venerdì 15 gennaio 2010

Ritorni inaspettati e straordinari (1)

Gil Scott-Heron - I'm New Here

Poeta, scrittore, agitatore politico al fianco di Malcom-X, inventore del rap, senzatetto, tossicodipendente, maestro dello spoken word, cantautore.. Gil Scott-Heron esce dopo quindici anni (trascorsi per lo più in carcere) con un disco stre-pi-to-so. Ma siccome mi riesce difficile scrivere su qualcosa dopo che qualcun'altro lo ha fatto molto meglio di come riuscirebbe a me, rimanderei tutti direttamente al blog di borguez (per un'analisi specifica di 'I'm New Here') e su osirisicaosirosica (dove cherotto approfondisce un pochino anche il passato di Heron). Il mio voto, per quanto vale, è però comunque altino: 9,5.


P.S.: Non proprio casualmente ieri sera a Moby Dick (Radio2, 21:00) 'Me & The Devil' e 'The Summer of '42' intervallate da 'I'll Take Care Of You' nella versione di Mark Lanegan.. ;)

5 commenti:

Francesco ha detto...

Non lo conosco ma dalla descrizione sembra di vedere un novello Bukowski

Joyello ha detto...

L'ho sentito una sola volta. Mi è piaciuto anche se ci ho sentito "troppa" ansia e disperazione. La qual cosa, ovviamente, non riesce a pormi in modo troppo positivo.
Comunque è un buon disco. Ne parlerò presto, appena sarò riuscito a sentirlo scevro dell'ansia.

SigurRos82 ha detto...

Meno male che escono ancora dischi del genere...

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

disco nuovo??
ca**o, inaspettato veramente!

birdantony ha detto...

nuovo e bellissimo! :)