giovedì 1 ottobre 2009

Cover Me!

Come avevo già accennato, mentre mi dilettavo a scegliere cover di brani italiani, m'era venuta voglia (una gran voglia a dire il vero) di una bella compilation di covers come si deve, alla Lucien insomma, senza però mischiare sacro e profano come è uso fare Joyello. Non c'era nemmeno l'intenzione di postarla qui, in quanto progettata ad uso e consumo esclusivo del mio iPod, visto che avevo scelto cover di canzoni che ritengo tra le più belle degli ultimi anni, per cui si trattava davvero di una selezione musicale piuttosto personale. Però poi mi sono detto: "Ecchissenefrega?", anche perchè magari questi pezzi rappresentano un must anche per qualcun'altro. Mi tocca però specificare che troverete ben 3 canzoni (in testa ed in coda) di quella che per me è la più grande artista di tutti i tempi , sebbene qui piuttosto destrutturate e che di 'Hallelujah' sorprendentemente (anche per me) non ho inserito la versione di Buckley (che adoro, ma che trovo anche piuttosto inflazionata, visto che è stata poi coverizzata più della stessa versione originale). Purtroppo poi non esiste una cover di qualcosa dei Pearl Jam che sia di mio gradimento, ma ormai me ne sono fatto una ragione!


Tracklist:

01. He Needs Me (Nina Simone)
XIU XIU
02. I See A Darkness (Bonnie 'Prince' Billy)
STEVE ADEY
03. Fistful Of Love (Antony & The Johnsons)
DEVENDRA BANHART
04. Afraid (Nico)
ANTONY
05. Strange Fruit (Billie Holiday)
THE TWILIGHT SINGERS
06. Teardrop (Massive Attack)
JOSE' GONZALEZ
07. The Mercy Seat (Nick Cave & The Bad Seeds)
JOHNNY CASH
08. Hallelujah (Leonard Cohen)
RUFUS WAINWRIGHT
09. Clap Hands (Tom Waits)
QUINTORIGO
10. The Crane Wife III (The Decemberists)
MARIANNE FAITHFULL & NICK CAVE
11. Man In The Long Black Coat (Bob Dylan)
MARK LANEGAN
12. In The End (Scott Matthew)
JUSTIN BOND & THE HUNGRY MARCH BAND
13. Redemption Song (Bob Marley)
JOE STRUMMER & THE MESCALEROS
14. Fodder On Her Wings (Nina Simone)
VIC CHESNUTT
15. Lilac Wine (Nina Simone)
JEFF BUCKLEY

17 commenti:

Paolo Ferrario ha detto...

fiori, fiori per nina, nina simone.
"troverete ben 3 canzoni (in testa ed in coda) di quella che per me è la più grande artista di tutti i tempi"
mi fa piacere sapere che pensi (con il cuore e la mente) come me.
mi permetto di lasciare qui l'indirizzo al mio luogo di devozione:
http://amalteo.wordpress.com/
dopo di lei antony

SigurRos82 ha detto...

Bellissima compilation, di quelle fatte con cuore e cognizione, ti ringrazio assai :))))

anto ha detto...

e grazie anche da me
;)

birdantony ha detto...

oh, grazie a voi! e naturalmente fiori, sempre fiori per nina! :)
dico grazie perchè davvero questa è una compilation che mi tocca nel profondo dell'anima. "dimmi che musica ami e ti dirò chi sei", beh se è vera questa cosa qui allora ho scelto bene il titolo, perchè visto quanto io amo questi pezzi dovrebbe dire molto di me! :)

anto ha detto...

allora meglio DisCover Me! :)))

birdantony ha detto...

caspiterina, hai ragione. non ci avevo pensato!!!

Lucien ha detto...

Difficili da coverizzare i PJ!
Ottimo lavoro!
Mannaggia il mio poco tempo di questi giorni, ma nel weekend me l'ascolto con calma

Anonimo ha detto...

Nina Simone a piene mani, ma ancora non hai trovato la "suzanne" live che ti chiedevo, e visto che Paolo Ferrario è intervenuto con un suo post, rivolgo (come mi avevi detto di fare) a lui la mia richiesta inevasa. Grazie
un saluto da HELP!

Paolo Ferrario ha detto...

caro aninimo dell'ultimo commento.
ti ho caricato e reso disponibile l'unica traccia esistente di Suzanne interpretata live.
La trovi al successivo link chr ti rimanderà al deposito in cui potrai sentirla ed anche caricare il file mp3:

http://amalteo.wordpress.com/2009/10/02/nina-simone-suzanne-live-concert-recording-for-black-gold-26-ottobre-1969-at-philarmonic-hall-new-york/

fiori fiori per nina nina simone

birdantony ha detto...

paolo, grazie per questa 'chicca' anche da parte mia!!! :)

Anonimo ha detto...

Non può che essere questa la versione a cui mi riferivo (anche se io la ricordavo ancora più veloce), nel ringraziarLa di cuore, vorrei conferma della mia impressione di quanto Antony sia debitore della monumentale NINA (peraltro da lui stesso sempre ricordata tra i suoi riferimenti).
HELP!

Anonimo ha detto...

non so se lo hai già ascoltato, l'ultimo dei MUMFORD & SONS.
notevole.
sono ancora io, HELP!

amalteo ha detto...

bene Almost Blue e Help
allora vi lascio anche questa mia antologia dei NOTTURNI DI NINA SIMONE:
http://www.divshare.com/download/7849909-ab4

slo pezzi lenti. solo lei (e nessun'altro artista della musica nè prima nè dopo di lei )sa tenere un lento per tanto tempo e mantenendo tutta la gamma degli armonici a quel livello
ascoltare per credere
tutti assieme questi pezzi sono di pura bellezza

Paolo Ferrario ha detto...

HELP
rileggo il tuo commento
certo: solo Antony è al livello di Nina Simone
in una intervista hanno chiesto ad Antony se si sente un po' l'erede di Nina Simone: " .... magari ... " ha risposto
fiori fiori per nina nina simone

birdantony ha detto...

paolo la tua antologia dei notturni di nina è davvero fantastica!!! per quanto riguarda invece antony e nina, sparo la mia. antony non solo è un suo grande fan, ma come dice help l'ha studiata davvero molto! tralasciando il primo periodo in cui antony cantava proprio in altro modo, con I Am A Bird Now l'ispirazione s'è fatta più precisa e circostanziata tanto che ascoltando alcune vecchie cose di nina è impossibile non cogliere le somiglianze nell'approccio al cantato. mi viene in mente la versione che nina fece di 'ne me quitte pas' in cui davvero in alcuni punti (soprattutto sui vibrati) è impossibile non percepire quanto le sia stata di ispirazione. ma aggiungo un altro aspetto più antropologico, diciamo. i continui riferimenti anche nelle liriche che antony fa riguardo al mondo transgender non sono affatto autobiografici bensì una sorta di ricerca antropologica sulle proprie radici, esattamente nello stesso modo in cui nina per altri versi componeva alcune sue canzoni in modo minimalistico/ tribali (penso a 'be my husband') per cercare le proprie radici africane. insomma io trovo che ci siano precisi riferimenti anche nell'approccio (sociologico?) alla composizione. oddio il concetto l'ho reso forse incomprensibile e non so se s'è capito! :)

Anonimo ha detto...

chiaro e ampiamente condivisibile.
HELP!

Paolo Ferrario ha detto...

birdantony
il tuo scritto è chiaro e convincente.
il discorso sulla ricerca in entrambi di ragioni esistenziali della prprio essere è fondante.
entrambi sulla scena della canzone fanno qualcosa di più che cantare.
trasmettono un loro insegnamento che in chi li ascolta diventa apprendimento dei diversi modi di "stare nel mondo"
antropologico dici: perfetto linguaggio
se mi permetti metterò il tuo commento in un post su for nina: per far capire perchè antony è presente in quel sito
grazie
buone ore nei giorni